Buongiorno carissimi, il pesce rosso/dorato dipinto con gli acquerelli che ieri ho condiviso sui miei canali social è piaciuto tantissimo e di questo non posso che essere molto molto felice.
Alcune persone mi hanno contattato per chiedermi quali materiali avessi usato e c’è stata molta curiosità, in particolare, per l’acquerello oro.
Ho pensato, quindi, che l’occasione fosse perfetta per un breve post-review con piccolo omaggio per voi.
Per chi non mi seguisse sui social, ma se lo volesse fare trova i bottoni di collegamento alla destra in questa pagina, o per chi se lo fosse perso, il pesce in questione è questo… carino, vero?

Pesce rosso con acquerello - Acquerelli oro Kuretake Starry Colors

Vi ho parlato tanto della carta per acquerello, che è specifica e deve avere determinate caratteristiche. Vi ho anche consigliato di preferire quella di alta qualità, specie se siete principianti, perché la pittura ad acquerello è meravigliosa ma tanto insidiosa.

Materiali scadenti producono risultati scadenti a prescindere dalla propria capacità.

Ciò può indurre grande frustrazione in chi cerca di imparare, rendendo difficile capire quando l’errore deriva dai materiali e quando invece è imputabile a se stessi, impedendo anche di migliorarsi con cognizione.

La carta per acquerello che ho scelto per dipingere il grazioso pesce rosso è la Arches 300 gr 100% cotone a grana satinata (in foto, quella con la copertina rosa). La superficie di questa carta è liscia e con una porosità densa e incredibilmente fine.
E’ una carta di elevata qualità, indicata per lavorare con modeste quantità di acqua e su superficie asciutta, perfetta per illustrazioni, ritratti e lavori ricchi di dettagli.

I pennelli per l’acquerello più indicati sono quelli di setole di martora kolinsky, ma oggi si trovano varianti in setole sintetiche che riproducono abbastanza fedelmente la qualità dei kolinsky.
Per completezza di informazione quelli che ho usato per l’illustrazione pesciolino sono gli Escoda n. 4 e n. 8 Barocco Barcelona serie Conrad Roset

I colori per acquerello che ho usato sono gli Schmincke Horadam, di elevata qualità e costosi, ma c’è la variante Akademie, più economica, studiata per allievi di istituti artistici e appassionati. Nel caso voleste limitare i costi ma non rinunciare alla buona qualità dei colori, posso suggerirvi una palette di acquerelli molto valida che io stessa uso tantissimo, Winsor&Newton Cotman.

Ho mixato i colori rosso, arancio e giallo per colorare il corpo del pesce.

Per gli occhi ho dato volume bagnando con un velo di “acqua sporca”, ovvero il pennello con colore (in questo caso avevo usato l’arancio) molto molto scaricato ma non del tutto pulito, e una punta di verde scuro, anch’esso appena accennato, per ombreggiare. Ho avuto premura di non bagnare né colorare la parte centrale dell’occhio, dove sta la pupilla (se osservate bene notate che è contornata di bianco), per avere il punto di bianco e dare sia luminosità che espressione allo sguardo.
Le bolle, vabbè, ammetto di averle fatte molto approssimative, se volete imparare a farle in maniera più realistica vi suggerisco di seguire il tutorial di I Colori di Laura, talentuosa illustratrice freelance tra le mie preferite.

pesce rosso ad acquerello

La palette di acquerelli oro che tanto vi ha incuriositi è un set composto da 6 panetti con 5 gradazioni oro di diversa tonalità e 1 bianco perla.
E’ il set Starry Colors Gensai Tambi di Zig Kuretake, anche questo l’ho comprato su Amazon, dove faccio gran parte dei miei acquisti di materiali artistici.

I colori della palette Kuretake Starry Colors sono di ottima qualità, molto pigmentati, extrafini e super luminosi.

Rendono molto bene su sfondi scuri, il giallo oro e il rosso oro sono i più coprenti.

Acquerelli oro Kuretake Starry Colors

Con gli acquerelli oro si possono creare meravigliosi effetti…immaginate di dipingere un cielo stellato e ultimare l’opera dando luminosità alle stelle, ma sono adatti anche alla calligrafia e al brush lettering e per arricchire di dettagli le illustrazioni.

Perché il pigmento sia denso e coprente e le particelle dorate si distribuiscano uniformemente, occorre miscelare bene l’acqua col colore lavorandolo più a lungo del normale colore ad acquerello.

Questa palette, considerando anche il costo contenuto, è davvero di buonissima qualità e la promuovo al 100%.

Pesce rosso con acquerello - Acquerelli oro Kuretake Starry Colors

Tornando un attimo all’illustrazione del pesciolino, l’ho ultimata aggiungendo dettagli dorati con i colori della palette Starry Colors di cui vi ho appena parlato, ho usato l’oro giallo per il ventre, la coda e le pinne, poi ho creato ombreggiature con l’oro rosso sulle pinne sotto il ventre.
Ho rimarcato la bocca e le pupille con i fineliner Pigma Micron nero, pennarelli a punta fine con inchiostro resistente all’acqua, perfetti anche per illustrazioni tracciate prima con inchiostro e dipinte poi con l’acquerello.

Ed ora l’omaggio per voi.
Dato che il pesciolino rosso è piaciuto così tanto, specialmente il suo aspetto a la sua espressione, ho realizzato degli schizzi disponibili per il download. Potete scaricarli e stamparli quante volte volete, potrete così provare a dipingere il pesce rosso secondo la vostra fantasia, oppure provare a replicare il mio lavoro.
Gli schizzi (o modelli o sketches) sono 4, formato A4, 3 pesciolini insieme nello stesso disegno, oppure ognuno di essi in singolo elemento.
Spero che vi sia gradito questo piccolo regalo. Sarei curiosa di vedere i vostri lavori, per cui, qualora li condivideste sui vostri social, fatemelo sapere o taggatemi se avete piacere.

Vi basterà cliccare su questi link per scaricare gli sketches.

three-gold-fishes
gold-fish-1
gold-fish-2
gold-fish-3